Back to Mongolia @ Firenze

Inizio:
7 May 2010
Fine:
8 May 2010
Prezzo:
5 euro
Locale:
Fabbrica Europa
Dove:
Google Map
Borgo degli Albizi, 15, Firenze, FI, Italia, 50122

back to mongoliaDue serate musicali dedicate al confronto tra le voci e i ritmi della tradizione sciamanica e le nuove ritualita’ della musica elettronica.

Venedì 7 maggio alle 19.00 presso il Teatro Cantiere Florida (Via Pisana 111) si svolge la premiazione del concorso Back To Mongolia, progetto vincitore del bando “Emergenze Creative” dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del comune di Firenze dedicato a giovani dj producer.

Il bando di concorso offriva la possibilita’ di utilizzare una vera e propria banca di suoni messa a disposizione dall’etichetta francese I.O.T. Records e prodotta in occasione del “Mongolia Expedisound”, una spedizione umanitaria diretta da Marsiglia fino alla lontana capitale mongola Ulaanbaatar. Nei giorni scorsi i suoni sono stati rielaborati e riassemblati creando tracce inedite reinterpretando il tema e le atmosfere del viaggio asiatico.

Alle 22.30 il vincitore del concorso giudicato da una giuria di esperti del settore si esibirà sul palco del Teatro Cantiere Florida e il giorno successivo durante la XVII edizione di Fabbrica Europa all’interno della prestigiosa location della Stazione Leopolda di Firenze. L’8 maggio “Back to Mongolia” potra’ inoltre vantare la presenza di numerosi ospiti tra cui il trio K-Space del musicista sciamano Ghendos Chamzyryn, un gruppo nato dall’incontro tra la tradizione inglese-scozzese della sperimentazione e dell’improvvisazione, e le tradizioni sciamaniche siberiane. K-Space e’ il frutto di una approfondita e pluriennale ricerca spirituale, artistica e musicale in diverse regioni della Siberia meridionale e di lavori e collaborazioni che hanno coinvolto tradizioni musicali del Giappone, degli Inuit Canadesi e dei monaci Tibetani.

Dalle 24.00 in poi sul palco di Fabbrica Europa sara’ la volta di Leon P (Numa Crew), dj poco piu’ che ventenne, da oltre due anni suona regolarmente a Londra, a Berlino e nell’Est Europa, esportando la miglior dubstep made in Italy. Con la sua crew (la Numa) e’ stato fra i primi a proporre queste sonorita’ nel sottosuolo dello storico locale ex-mud. Oggi grazie a loro, alle produzioni di “Elastica” e alla nuova etichetta “Erba”, Firenze ha un posto di primo piano nella scena europea.

A seguire il live set di Loan (I.O.T records) attivista della scena elettronica underground francese, negli ultimi dieci anni ha girato il mondo intero portandosi dietro le sue sonorita’ tribe dubstep & grime. Dopo essersi guadagnata il rispetto di tutti nella comunita’ free techno si muove verso l’Africa occidentale dove collabora, registra e produce musica con la scena locale hip hop e raggae lavorando con Da Brains, Naby Conde, Noni None Black G bou Raksquak.
Nel 2006, Loan si incontra con il team della I.O.T records e successivamente lavora anche alla produzione del dvd album “Mongolia Expedisound”.

La serata si conclude con il live set di Crystal Distortion, producer londinese tra i fondatori della mitica crew “Spiral Tribe” e capostipite della techno europea. Le avventure degli Spiral Tribe sono varie e spesso inennarabili, basti il fatto che dalla loro “diaspora” londinese del 1994 le spore della loro musica hanno contaminato le produzioni di tutte le capitali europee. Un uomo “prodotto” della cultura elettronica – nato a Londra – che ha ri-allineato i componenti della danza moderna ai ritmi dell’ hip hop, della break e della techno con visioni apocalittiche. Le sonorita’ create da Crystal Distortion ricordano le atmosfere di pellicole cult come “Akira”, “2000 AD”, “Tetsuo”, o di “Matrix”. Il risultato e’ uno stile musicale al limite tra eccessi sonori e amore universale, precorrendo quasi certamente la musica che ascolteranno i nostri figli. Dal 2000 suona nei piu’ grandi festival e nella migliore scena dei clubs europei quali: Nuits sonores, Sunexplosion, Astropolis, Dour, Electromind, Triptyque, Electrowerkz. La discografia a firma “Spiral Tribe” conta piu’ di 30 titoli fra il 92 e il 98. Dal 2000 esce con l’etichetta “expressilon”, con cui e’ distribuito nei piu’ grandi music store di tutto il mondo.

Programma serate:

7 maggio 2010
Teatro Cantiere Florida – Firenze
Ingresso Gratuito
Ore 19.00 – premiazione concorso “Back To Mongolia”
Ore 22.30 – live set vincitore concorso “Back to Mongolia”

8 maggio 2010
Stazione Leopolda, Fabbrica Europa – Firenze
Ingresso 10/12 euro
5 euro dopo le 23.00
Ore 22.00 – Gendos Chamzyryn / K-Space live – Into the black sky / live
Ore 23.30 – Premio Back To Mongolia – live set del vincitore del concorso
Dalle 24.00 – Leon P – dj set (dubstep) , Loan live set (I.o.t Records),
Crystal Distortion > live set (Spiral Tribe)

Ti piace? Supportaci e condividi

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>